Ai fini della collazione non esiste differenza tra disponibile e indisponibile di talchè si rendono soggette a tale istituto anche le donazioni ricevute in vita dai figli del de cuius cui per testamento sono attribuiti diritti oltre alla legittima.